IL PRINCIPE DEI POVERI

02-02-2021 by Editrice Ancilla

Saloni scintillanti di specchi e di marmi pregiati, una vita brillante a Palermo alla corte di Ferdinando I di Borbone, giovani donne ricche ed eleganti dagli occhi curiosi e interessati, questi i primi trent'anni della vita di Francesco Paolo Gravina, principe di Palagonia, che a diciannove anni sposava una delle donne più belle e desiderate della società siciliana dell'Ottocento.

Poi il crollo morale provocato dal tradimento e dall'abbandono della moglie. La vita non sarebbe stata difficile per un giovane ricchissimo com'era lui, proprietario di palazzi e ville.

Quei palazzi e quelle ville si riempirono presto, invece, di mendicanti, di miserabili, di barboni che si rifugiavano sotto i ponti, di bambini e giovani donne e ragazzi destinati alla malavita.

Francesco Paolo Gravina aveva deciso di rispettare il sacro vincolo del matrimonio e la sua scelta era stata, dopo il dramma della separazione dalla donna amatissima, di dedicare la sua vita all'amore di Cristo e dei poveri.

Dopo oltre centocinquant'anni, l'istituto delle suore fodate da lui prosegue la sua scelta coraggiosa d'amore, e, dalla Sicilia al Brasile, all'Africa, alla Romania, alla Birmania-Myanmar, le sue figlie, liete e innamorate di Cristo, portano il suo messaggio.


Facebook Twitter