dreamBOOK, la "casa" dei lettori e degli scrittori

18-01-2021 by STEFANO MECENATE

autori esordienti per lettori esigenti

la scelta di dreamBOOK edizioni, giovane casa editrice toscana, è stata fin da subito quella della "qualità": poiché uno dei principali scopi era quello di mettere in contatto autori esordienti con i lettori, era necessario garantire a questi ultimi una buona qualità dei volumi proposti: La selezione dei testi e successivamente un'accurato lavoro di editing e di ottimizzazione dei testi scelti per la pubblicazione ha fatto sì che lo standard medio dei libri pubblicati fosse sempre buono e che le "eccellenze" avessero la possibilità di emergere come è giusto.

Il catalogo dreamBOOK edizioni che può essere sfogliato dal sito (www.dreambookedizioni.it) dove, attraverso lo store, è possibile anche acquistare i volumi desiderati, propone diverse collane tematiche all'interno delle quali le pubblicazioni offrono storie di argomenti diversi.

Ci sentiamo orgogliosi del lavoro finora svolto: ogni libro merita di essere letto non solo perché forma e contenuti sono curati ma anche perché in ogni storia c'è un messaggio aperto per il lettore che sfugge alle mode per collocarsi in una dimensione meno effimera e consumistica. Un libro che regge il tempo e che sa dire e "dare" emozioni e momenti di riflessione oggi come domani.

E’, per esempio, il caso dell’autore pisano Daniele Scasseddu che con il suo thriller HIMA, ambientato a Pisa, ci conduce nell’oscuro e torbido mondo del dark web in un intreccio che dal capoluogo toscano ci porta nel mondo in un rocambolesco gioco di identità segrete e colpi di scena. Di tutt’altro genere, ma non meno suggestivo, il romanzo di Tiziana De Felice, La Novia, ambientato nella Calabria dei primi anni ’60. Il dramma di una giovane donna costretta ad un matrimonio di convenienza coinvolge figure chiave del piccolo paese, prigioniere e vittime delle regole sociali che alimentano sordide manipolazioni e assurde violenze. Un altro thriller, La notte del predatorie di Enrico Zàrin, ambientato in una Savona nella quale i mutamenti climatici hanno ridotto a solo tre ore di luce rendendo la vita precaria e sottoposta alle violenze delle bande che terrorizzano la città, vede la presenza, accanto a killer spietati, di una creatura mostruosa nata dall’intreccio di faune locali delle isole Galapagos, il Depredador. l’Agente dell’FBI Oran, la detective Marvel e un dj locale avranno il difficile compito di riportare ordine nella città allontanando l’ombra terrifica del mostro. Annamaria Bianchi, psicoterapeuta a indirizzo junghiano, ci offre invece una suggestiva saga familiare, Parlerò di te. “…due donne una di fronte all’altra. Il racconto di una storia. Anna Giulia è una cantante lirica, e in Teatro deve interpre­tare la Tosca di Giacomo Puccini. Ha appe­na saputo di alcune lettere ritrovate dentro una valigia. Sono del Maestro. Parlano di una donna e di un amore segreto di cento anni prima. Il nome della donna è Giu­lia Manfredi. Una corrente invisibile trascina la prota­gonista verso una storia che pretende di essere scoperta”. Ultima uscita il romanzo a due mani di Regina Caterina e Duilio Loi Panni Sporchi: nella camera dell’hospice dove Mauro vive gli ultimi giorni della sua vita, sedato permanente­mente per sua scelta, si consuma l’estremo tentativo di Anna di dare un significato alle sofferenze, ai soprusi, alle violenze e alle umiliazioni subite nei lunghi anni di matrimonio, cercando risposte che resteranno chiuse nel silenzio di un uomo che, a sua volta, porta con sé un doloroso segreto mai condiviso. E come non ricordare, proprio in questi giorni, ‘0 Presepe d’ ‘e fetiente, ironica, istruttiva e irriverente favola di Natale per adulti ambientata a Napoli scritta dalla giovane autrice partenopea Annunziata Zinardi.

Ma le novità dreamBOOK non si fermano alla narrativa: ironico, irriverente, appassionato Cronache della Peste - Ovvero l’Italia al tempo del Covid di Andrea Marcigliano è il ritratto di un’Italia vittima non solo di un virus ma di un sistema capace di alterare gli equilibri economici, sociali e personali. Pagine appassionate e al contempo lucide, testimonianze di una “varia umanità” che l’autore incontra o osserva con spirito di comprensione ma anche di attenta analisi critica. “Non si tratta di un trattato – scrive l’autore – né di un libello polemico. Neppure di un romanzo. Sono cronache. Di fatti e di pensieri, stati d’animo e fantasie nati nella solitudine imposta dal lockdown…”


Facebook Twitter